Pubblicato il: 18/01/2019
Giornata della Memoria 2019

Immagine tratta dalla locandina del film "Memoria" di Ruggero Gabbai

Il 28 gennaio, l'Università Statale di Milano celebra la Giornata internazionale della Memoria dedicata alle vittime dell'Olocausto (27 gennaio), con un doppio appuntamento presso le sedi rispettivamente di via S. Antonio 12 e via Festa del Perdono 7.

Si inizia al mattino, presso la Sala Napoleonica, con l'incontro dal titolo "L'Italia ai tempi del ventennio fascista tra storia, scienza e diritto. A ottant'anni dalla promulgazione delle leggi antiebraiche". Ore 9-18.

Promosso dai dipartimenti di Diritto pubblico italiano e sovranazionale e di Studi storici dell'Università Statale, l'incontro ripercorre la storia del regime fascista in Italia, dalla sua ascesa al potere al rapporto con la scienza e con la Chiesa cattolica, dall'origine e la promulgazione delle leggi antiebraiche nel 1938 agli antidoti posti dalla Costituzione repubblicana del secondo dopoguerra, fino alla posizione dell'allora Regia Università degli Studi di Milano tra applicazione delle leggi razziali, epurazione e continuità.

Nel tardo pomeriggio del 28 gennaio, le celebrazioni proseguono in Aula Magna, a partire dalle ore 19, con la proiezione di Memoria (1997), film documentario di 90 minuti sulla Shoah italiana, per la regia di Ruggero Gabbai per Forma International 1997 e scritto da Marcello Pezzetti e Liliana Picciotto della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC).

Attraverso le interviste a 90 ebrei italiani sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz, il film racconta, dalla viva voce dei testimoni, delle diverse fasi della Shoah italiana: dall'applicazione delle leggi antiebraiche del 1938 allo scoppio della guerra, dagli arresti nel 1943 alla deportazione ad Auschwitz, fino alla liberazione e al ritorno a casa.

Il film è introdotto da Marilisa D'Amico, prorettrice alla Legalità, Trasparenza e Parità dei Diritti dell'Università Statale, Lorenzo Lipparini, assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data del Comune di Milano, e da un messaggio della senatrice a vita, Liliana Segre.

Alla proiezione, segue il dialogo del regista Ruggero Gabbai con referenti e promotori di progetti e iniziative d'Ateneo in difesa del valore civile e umano della memoria, come Nando Dalla Chiesa, ("Progetto Memoria"), Emanuele Edallo, ("Ma poi che cos'è un nome?"), Giacomo Aresi, ("Promemoria_Auschwitz") e Stefano Marrone ("La Statale e le epurazioni"). 

Ingresso libero su prenotazione online (disponibile anche al link indicato nella scheda dell'evento correlato).

Contatti